Archivi della categoria: Omelia

“La forza del martirio”
Omelia pronunciata nella parrocchia di San Luca nella S. Messa per la Memoria del Beato Carlo Spinola nell’anniversario dei 400 anni del suo martirio
10-09-2022

Sono lieto di celebrare l’Eucaristia nel giorno del martirio del Beato Carlo Spinola, che avvenne il 10 settembre del 1622 a Nagasaki. Sono quattro secoli da quel momento, ma la memoria del Beato Carlo è sempre viva e attuale.

“Da questo santo monte, la Madonna veglia”
Omelia pronunciata nella Basilica Santuario di Tindari nella S. Messa Pontificale per la festa della Madonna del Tindari
08-09-2022

Da questa altura di antico culto mariano, la santa Vergine benedice il nostro mare e la Sicilia. Saluto con affetto il clero e le Autorità convenute, saluto il popolo di Dio qui così ben rappresentato. Ci stringiamo attorno alla venerata immagine che da secoli ci guarda, e ci presenta il Figlio del suo grembo purissimo. Ma ci stringiamo  anche al nostro Vescovo, che in questi giorni celebra il 31° anniversario della sua Ordinazione Presbiterale: mentre gli diciamo al nostra stima e il più cordiale affetto, gli assicuriamo la nostra preghiera filiale. 

“Una forza che sana”
Omelia pronunciata a Sanremo nella S. Messa per il Convegno Nazionale dei Canonisti
06-09-2022

La giustizia, sia civile che ecclesiastica, è parente della verità, ne deve essere l’espressione applicata, avendo al centro la verità della persona che in Gesù si rivela manifestando la sua altissima dignità di creatura  amata e redenta.

“Lasciati parlare da Maria”
Omelia pronunciata nell'Oratorio della Confraternita della Natività di Maria di Masone per i Primi Vespri
03-09-2022

È una gioia essere con voi a pregare la Santa Vergine nel ricordo della sua natività. Ringrazio il Sig. Parroco e la Confraternita che mi ha gentilmente invitato, e che è dedicata proprio a questa solennità mariana. Mettersi sotto il grande manto della Madre di Dio significa essere sulla strada giusta verso il Signore Gesù che, da quel grembo verginale, ha voluto nascere. Continuate, cari Amici, a pregare la Madonna, a ricorrere a lei, a insegnare ai bambini e ai giovani a volerle bene, a  guardare alla Vergine come al porto sicuro, alla stella che orienta e conduce al cielo. Quel cielo che Gesù ci ha aperto riscattandoci dal peccato e dalla morte dell’anima.

“La religione della libertà e della gioia”                                                                                        
Omelia pronunciata nel Santuario di N.S. della Costa       
15-08-2022

È una gioia essere qui per la festa di Nostra Signora della Costa che, da circa sei secoli,  viene venerata in questo santuario. UN saluto affettuoso e grato per il fraterno invito al Pastore di questa veneranda Diocesi, S.E. Mons. Antonio Suetta, e a S. A. Mons. Alberto Maria Careggio amato Vescovo Emerito. Sia le letture ascoltate, sia la storia di questo luogo ci invitano alla riflessione e alla preghiera.

Memoria, condivisione, futuro
Intervento pronunciato alla Radura della Memoria nel quarto anniversario del crollo di Ponte Morandi
14-08-2022

Il tempo che passa da un evento che tanto dolore ha provocato può attenuare l’interesse dei mezzi di comunicazione e può far passare altre notizie in primo piano, ma non può circoscrivere il dramma del 14 agosto di quattro anni fa in una pagina di un libro di storia.

“Invisibili ma vicine”
Omelia pronunciata nella Chiesa del Monastero delle Monache Visitandine nella S. Messa per la Solennità di Santa Giovanna Francesca di Chantal
12-08-2022

Con voi festeggiamo Santa Giovanna Francesca di Chantal che, con la guida spirituale di San Francesco di Sales, fondò la Congregazione delle Visitandine. Fa bene fare memoria di coloro che ci hanno preceduto, che – senza conoscerci – hanno pensato anche a noi. Voi, infatti,  care Sorelle eravate nel cuore di Santa Giovanna Francesca, e ricordarla significa tornare alla sorgente, bere l’acqua fresca delle vostre origini. Vi permette di camminare veloci e liete nel nostro tempo senza farvi sviare dalle mode del tempo. I Santi hanno vissuto guardando a Gesù, a quello che ha detto e fatto senza stravolgimenti interpretativi. Per questo hanno raggiunto la santità e hanno aiutato le anime nella via al Cielo. Care sorelle, voi sapete che la via della santità è la via della croce, ma è anche quella della gioia, quella del cielo.

“Il dono straordinario del perdono”
Omelia pronunciata nella Chiesa della Porziuncola ad Assisi nella S. Messa del "Perdono di Assisi"
02-08-2022

È una grande gioia partecipare al “Perdono di Assisi in questo cenacolo che poggia sulla piccola chiesa della Porziuncola: il candore e la luminosità della Basilica sembrano riflettere la luce degli angeli che, in una notte del 1216, hanno circondato il Signore Gesù e la Santa Vergine. Parlando a Francesco, Dio concesse la grazia del perdono con la completa purificazione alle anime che l’avessero chiesto con cuore contrito. Fu un evento di straordinaria misericordia dell’amore divino tramite il suo umile servo, evento che si rinnova ogni anno. 

“La Famiglia , incomparabile dono per il mondo”
Omelia pronunciata a Gregnano di Brembate nella S. Messa per la Festa dei Santi Gioacchino e Anna
26-07-2022

La festività ci fa pensare subito alla realtà della famiglia, cellula germinale di ogni comunità. Con il mistero dell’Incarnazione, Cristo ha confermato davanti alla storia la bellezza e la necessità della famiglia, dove gli sposi, amandosi, si aiutano nella via della santità, scopo di ogni discepolo del Signore; dove i genitori generano nuove vite e le educano nella esemplarità e nella complementarietà dell’ umanità e dei ruoli.

“Perseguitati ma non abbandonati”
Omelia pronunciata a Levanto nella S. Messa per la Solennità di San Giacomo Apostolo
25-07-2022

Ci chiediamo: che cosa ha da dirci oggi, in un tempo in cui tutto sembra cambiare in nome della modernità, dell’ aggiornamento, della globalizzazione? Alla luce, o meglio fra le ombre di un “progressismo” che ama descriversi con slogan e promesse di un futuro radioso e universale, per cui tutto dovrebbe essere cambiato con allegria e gratitudine, anche i fondamenti dell’umano, anche il modo di pensare e di credere! Tagliare la memoria storia, però, significa svuotare il presente, e San Giacomo è memoria viva di ciò che non possiamo dimenticare come credenti e come esseri umani.

“La differenza cristiana”
Omelia pronunciata a Jesolo nella S. Messa per la solennità di San Giovanni Battista
24-07-2022

Guardare i Santi ci fa sentire in compagnia di amici, modelli e intercessori: per questo le tradizioni ricevute dai  padri ci sono care, le sentiamo come un abbraccio della storia cristiana intessuta di preghiera, fedeltà e amore. Se perdessimo la memoria del nostro passato, svuoteremmo il presente.

“La pioggia sui nostri deserti”
Omelia pronunciata a Loano nella S. Messa per la festa della Madonna del Monte Carmelo
16-07-2022

La fede è accogliere Dio verità e amore, che dice chi è l’uomo e il suo destino, che rivela il senso della suo vivere e gli indica il vero bene, che smaschera le derive del pensare e dell’ agire che degradano l’uomo e creano società disumane.

“Quaerere Deum”
Omelia pronunciata nel Monastero di Finalpia nella S. Messa per la solennità di San Benedetto
11-07-2022

La ricorrenza, quest’anno, è arricchita da altre due memorie: i 150 anni della fondazione della Congregazione Sublacense ad opera dell’Abate Casaretto, e la stele a ricordo del monaco Carlo Sciandra, che ha profuso fede e amore affinché questo luogo fosse spazio di evangelizzazione.

“Una voce amica e una mano tesa”
Omelia pronunciata nel Santuario della Madonna di Montallegro nella S. Messa per la festa patronale
02-07-2022

Diverse sono le ragioni del nome Montallegro: la bellezza del luogo, l’orizzonte sul mare, i sentieri che si inerpicano, la strada tortuosa che si snoda tra paesaggi boschivi. La bellezza estetica sollecita sentimenti positivi, ricorda che la banalità non è la nostra casa, e che bisogna essere vigili affinché il quotidiano non  impedisca lo stupore di fronte alla vita e al creato, e ci induca ad un torpore malinconico.

“Pastori fedeli e coraggiosi del gregge di Cristo”
Omelia pronunciata a Sanremo nella S. Messa per il 150° della nascita di San Luigi Orione
21-06-2022

Celebrare i Santi non è una decorazione della vita credente, ma corrisponde al cuore dell’essere umano che ha bisogno di sentirsi in famiglia, guardato con amore, sostenuto nel pellegrinaggio terreno da coloro che lo hanno preceduto.

“La nostra gioia è la più grande”
Omelia pronunciata a Gorla Maggiore (Milano) nella S. Messa per la conclusione della Missione parrocchiale
19-06-2022

Presiedere la divina Eucaristia sotto lo sguardo dell’ Immacolata, a conclusione della Missione parrocchiale, è grazia particolare. Sono riconoscente al Parroco, Don Valentino Viganò per il fraterno invito, ai suoi collaboratori, e ai cari Padri del Cuore Immacolato di Maria che vi hanno aiutato in questo tempo di annuncio, di riflessione e preghiera, di comunità.

“Tornare a vedere”
Omelia pronunciata a Melzo nella S. Messa per la solennità della Madonna della Scoladrera
11-06-2022

Sono lieto di essere con voi nel giorno in cui – era il 1568 – il volto della Santa Vergine della Scoladrera ha parlato con lo sguardo e il volto a numerosi pellegrini. Da quel momento, dopo  l’indagine canonica presieduta dall’ Arcivescovo San Carlo, la venerazione del popolo cristiano crebbe in questo luogo benedetto, e divenne luogo di preghiera, conversione, conforto, forza.

“La vita cristiana è un gioco d’amore con Dio”
Omelia pronunciata a Milano nella parrocchia di San Dionigi S. Messa per la chiusura del mese mariano
31-05-2022

Con gioia celebriamo la conclusione del mese di maggio e il mistero della Visitazione di Maria a santa Elisabetta. Ringrazio il Parroco per il fraterno invito che ho accolto come un dono, poiché pregare con la comunità cristiana, venerare la grande Madre di Dio, meditare i misteri della sua vita, camminare con lei tra le nostre case, celebrare la divina Eucaristia, sorgente e culmine della vita cristiana, è veramente una grazia.