Una commissione al lavoro per la diocesi

Il decennio 2010-2020 è stato dedicato dai Vescovi italiani al tema dell'educazione. Le linee guida sono offerte dagli Orientamenti pastorali dal titolo “Educare alla vita buona del Vangelo”. Su questo solco ogni Diocesi riflette, lavora e prega.

Il Cardinale Angelo Bagnasco ha voluto affidare le iniziative che in questo decennio si organizzeranno ad una Commissione da lui costituita e formata da sacerdoti, religiosi e laici con a capo Mons. Marco Doldi, Vicario Generale e Vicario Episcopale pel l’evangelizzazione.

La Commissione per il Decennio ha cominciato ad incontrarsi nel dicembre del 2010 e dal lavoro svolto è nata l'iniziativa “Che cosa cercate?”, costituita dalla pubblicazione (curata dalla redazione de Il Cittadino) dei due sussidi per gli adolescenti e per gli educatori, sui quali i diversi gruppi parrocchiali e associativi hanno lavorato per tutto l’anno pastorale 2011/2012.

Il lavoro di parrocchie e associazioni è sfociato il 22 aprile 2012 nella grande Convocazione degli Adolescenti che ha visto al Palasport l’incontro dell’Arcivescovo con oltre 2000 ragazzi, i quali hanno consegnato nelle mani del Cardinale la Carta Educativa, quale loro “impegno” per camminare nella fede.

Dopo l’Anno della Fede, la Commissione è tornata al lavoro: l’obiettivo, questa volta, era mettere al centro dell’attenzione ecclesiale quella che è l’agenzia educativa primaria, la famiglia.

La Commissione ha predisposto per l’anno pastorale 2013/2014 un cofanetto con 24 schede per l'approfondimento del matrimonio e della famiglia, contenute in un raccoglitore. I temi sono la realtà della coppia nella sua dimensione naturale e sacramentale, le molteplici relazioni all'interno della famiglia, la sua presenza nella Chiesa e nella società, le sfide che deve affrontare.

 

Al termine del lavoro sulle schede, il 4 maggio 2014 sempre al Palasport alla presenza dell’Arcivescovo ci sarà la grande convocazione diocesana delle famiglie dal titolo “La Famiglia, dono e speranza per il mondo”. I destinatari del lavoro sono innanzitutto i genitori e i nonni: «intendiamo rivolgerci alla famiglia – spiegano ancora dalla Commissione – non solo come “oggetto pastorale”, ma come innanzitutto come “soggetto”. È necessario che la famiglia si renda conto della sua vocazione e della sua ministerialità, intese non come un dato di partenza, ma come un appello continuo, cui rispondere nella concretezza delle scelte. L’obiettivo è innanzitutto quello di ascoltare le famiglie, favorire la condivisione  e l’aiuto reciproco, accompagnare nella crescita della fede e incoraggiare la vocazione educativa. Ovviamente verrà recuperato il percorso educativo della Carta degli adolescenti, in continuità con la Convocazione precedente e si parlerà della famiglia in rapporto alla Chiesa e in rapporto alla società, come soggetto di promozione del bene comune.

 

Oltre al presidente, Mons. Marco Doldi, fanno parte della Commissione: Mons. Nicolò Anselmi, Vicario episcopale per la pastorale universitaria, giovanile e dello sport, i direttori dell’Ufficio Famiglia e vita, Mons. Pietro Pigollo, dell’Ufficio Catechistico, don Gianfranco Calabrese, dell’Ufficio Cultura, padre Mauro De Gioia, dell’Ufficio Comunicazioni Sociali, don Silvio Grilli, don Gianluigi Ganabano (Ufficio Liturgico). Sono membri anche padre Antonio Andreella (Cism), padre Andrea Decaroli (Centro storico ragazzi), don Michele Tixi (Azione cattolica), suor Antonella Castellani (Usmi), il diacono permanente Giulio Galliani (Tribunale ecclesiastico). I laici della commissione sono Maria Cristina Ronco e Maria Letizia Bosio (Cammino neocatecumenale), Chiara Canepa (Centro San Matteo), Sergio Casali (Comunità di Sant’Egidio), Anna e Bruno Dapino (Focolari), Corinna De Benedictis (Opus Dei), Michela De Leo (Agesci), Federica Favero (Azione cattolica), Cristina Ghezzi e Vittorio Boero (Climb), Aldo Coppa (Comunità di vita cristiana), Daniela Martorana e Daniele Bisio (Circolo Mcl “Orizzonte”), Anna Panfili (Forum delle famiglie), Anna Maria Parodi e Bruno Bastone (Comunione e liberazione), Paolo Pero (Rinnovamento nello Spirito), Chiara Pascucci (Ufficio educazione e scuola), Giovannella Stropeni e Alessandra Rasone (Consultori CIF), Franco e Grazia Gandolfi (CPM), Lucia Foglino e Fabrizio Lertora (Caritas), Emanuele Scotti (Separati fedeli).