Quaresima tempo di penitenza e gioia: celebrate le Ceneri in Cattedrale

Il Cardinale Bagnasco ha presieduto la celebrazione per il mercoledì delle Ceneri in Cattedrale iniziando così il tempo forte della Quaresima, durante il quale i cristiani di tutto il mondo si preparano alla celebrazione della Pasqua: “Un tempo di penitenza e di gioia – ha detto l’Arcivescovo – che deve tradursi in gesti concreti. Penitenza perché ci riconosciamo di fronte a Dio fratelli e peccatori, bisognosi della comprensione di Dio, del suo perdono e della sua misericordia. Chi di noi, infatti, non è peccatore? Chi di noi non ha bisogno di sentirsi accolto da Dio, di sentire quelle paroli dolci e forti… Coraggio, sei perdonato. Ricomincia, non temere, io sono con te, guarda avanti!”

Per questo il Cardinale Bagnasco ha indicato in una buona confessione il giusto inizio per questa Quaresima: “Lo spirito della penitenza che ci deve portare a inginocchiarci di fronte al confessionale, nasce non dal guardare noi, ma dal guardare Lui! Soltanto guardando a Cristo possiamo scoprire noi stessi, la nostra dignità e bellezza. Alla luce di questa dignità che Dio ci ha donato, potremo cogliere distanze, imperfezioni, fragilità, incoerenze. Riprendendo poi la lettera scritta da Papa Francesco per la Quaresima, il Cardinale ha parlato della povertà di Gesù; in che cosa consiste? Per Lui è apertura dell’anima, atteggiamento interiore, stato dello spirito che porta ad aprire la propria fiducia all’altro, verso la bontà di qualcuno. Il povero, infatti, è consapevole del proprio bisogno e si affida. Come il Figlio ha fatto con il Padre anche di fronte alla croce.: “Lo facciamo anche noi di fronte alle croci della nostra vita? Apriamo davvero le braccia a Cristo? In questo modo ci sentiremo deresponsabilizzati, sollevati e più forti, sentiamo davvero che Dio è con noi”. Durante la celebrazione sono stati presentati al Cardinale i catecumeni che si stanno preparando a ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana, durante la prossima veglia pasquale.

Scarica l'omelia pronunciata in Cattedrale dall'Arcivescovo per il Mercoledì delle Ceneri