Padre Minetti nuovo parroco di San Siro

Campane a festa domenica 16 marzo per la comunità parrocchiale di San Siro, nel Centro Storico, per l'ingresso del nuovo parroco, Padre Daniele Minetti, e del nuovo vice parroco, Padre Andrea Decaroli, della Confederazione dell’Oratorio di San Filippo, che succedono a Mons. Luigi Traverso, parroco di San Siro per 57 anni, che lo scorso ottobre, per raggiunti limiti di età, ha lasciato la guida della Basilica per rimanervi come parroco emerito e a disposizione della comunità. La celebrazione eucaristica, presieduta dal Cardinale Arcivescovo, é stata concelebrata da tutti i sacerdoti del Vicariato Centro Ovest e ha visto la partecipazione di molti fedeli, tra cui i giovani e i bambini del gruppo scout “Genova 5”. Erano inoltre presenti una delegazione di vigili del fuoco, di cui Padre Minetti é cappellano, e la Confraternita di Moneglia, dove padre Minetti è stato parroco per molti anni, con uno splendido crocifisso processionale.

A padre Daniele e a padre Andrea l’Arcivescovo ha rivolto la sua particolare gratitudine e stima, ringraziando anche l’intera comunità dei sacerdoti dell’oratorio di San Filippo per la generosità e la gioia con cui hanno accettato di servire la comunità di San Siro, cara a tutta Genova.

“La vostra generosità – ha proseguito – ci ha colpito e di questo ringraziamo il Signore. Sono certo che con la vostra giovinezza e con il vostro entusiasmo contagerete l’intera comunità a voi affidata”. “Caro padre Daniele  – ha proseguito – guida sempre la tua gente ricordando loro di guardare sempre alla croce di Cristo, affinchè nessuno si scoraggi nelle prove e nelle difficoltà. Nessuno si senta mai vinto nonostante le delusioni e gli insuccessi della vita, perché Cristo é morto per amore e la sua croce é grembo di vita”.

Nel suo indirizzo di saluto al termine della celebrazione eucaristica, Padre Daniele ha sottolineato la sua gioia nel poter servire la comunità di San Siro: “Questa è una parrocchia meravigliosa – ha detto –  piena di collaboratori e di persone che vogliono stare assieme, qui c’è un buon terreno fertile, lavorato da molti anni da don Luigi: io spero di poter essere d’aiuto con il mio servizio qui tra voi. Questa è una Parrocchia viva! Aiutiamoci insieme a diventare santi, che è il vero motivo per cui siamo qua, l’unici  che veramente conti!”.