L’Arcivescovo scrive ai bambini del catechismo per Natale

E’ molto bello e significativo che tutti gli anni, all’avvicinarsi del S. Natale, il Cardinale Arcivescovo si rivolga direttamente ai bambini del catechismo per stare un po’ con loro, parlare con loro e raccontare una storia sempre nuova ed affascinante, quello di Dio che si fa “bambino” per essere più vicino a noi e donarci quella vita che mai si spegne, quella speranza che mai delude. Nella pagina con cui inizia il racconto della Natività leggiamo: “la nostra salvezza è vivere la comunione con Dio e con i fratelli” e le pagine che seguono ci spiegano come questa salvezza è venuta a noi e ci ha donato la possibilità di vivere in comunione con Dio e con i fratelli. 

Prende così il via il racconto della nascita di Gesù: stavolta questo racconto ha un narratore di primo ordine : S. Francesco di Assisi, l’inventore del presepe; egli, che per primo ricostruì la scena, ora invita i bambini a “scoprire il presepe con tutti i suoi segreti e i suoi personaggi”. Allora si parte per questo meraviglioso viaggio di scoperta che ci fa fare la conoscenza dei protagonisti principali, Maria, Giuseppe, il bue e l’asino, e del luogo dell’evento, la grotta, dei pastori che diversi e da luoghi diversi si muovono verso Gesù, provenendo dalle vie più disparate: Gesù li aspetta e…. ci continua ad aspettare a Messa. Ed ecco poi i Re Magi, i popoli lontani che cercano Gesù, simboli della ricerca da parte di coloro che sono comunque attratti da questa sua luce. E poi gli Angeli, segni che cielo e terra sono uniti, sono in comunicazione e senza barriere da questa notte santa della nascita del Salvatore.  

Le Lettere del Cardinale sono in distribuzione a tutte le parrocchie che ne faranno richiesta, presso l’Ufficio Catechistico Diocesano, da lunedì a venerdì in orario 9.00-12.30, Piazza Matteotti n. 4.

Per informazioni: Tel. 0102700259; catechistico@diocesi.genova.it