Il grazie di Mons. Nicolò Anselmi – GUARDA IL VIDEO CON IL SUO DISCORSO INTEGRALE

Fratelli e sorelle carissimi che mi siete stati vicini spiritualmente e personalmente in questi giorni, desidero semplicemente dirvi grazie per l’onda di affetto e di preghiera con cui mi avete travolto; mi sono sentito spinto, custodito, avvolto da una nube spirituale in cui vivere mi è sembrato più semplice e bello; è stato più facile resistere alle tentazioni, trovare tempo e gusto per la preghiera, trattare con amore il prossimo; in altre parole ho sperimentato la “Comunione dei Santi”, l’unità spirituale della Chiesa, la forza di essere un unico corpo, il corpo mistico di Gesù in cui il bene di una parte ha effetti positivi sul tutto.

Grazie a Sua Eminenza per l’essere tramite dello Spirito Santo e della successione apostolica ed anche per le meravigliose parole dell’omelia che ha voluto consegnarmi in questo giorno indimenticabile.
Grazie ai miei confratelli preti con i quali condivido l’amore per la Chiesa, nostra sposa!
Grazie per le migliaia di lettere, messaggi, telefonate, SMS, regali, tweets, email, visite, abbracci, WhatsApp, messaggi sui social che ho ricevuto in questi giorni.
Grazie per il bene spirituale e materiale che avete fatto a tante persone bisognose; il Signore si ricorderà di questi gesti. I poveri sono un dono per noi, ci permettono di fare del bene a Gesù e di meritare un po’ del suo amore.
Grazie a chi, pur non essendo credente o praticante, si è lasciato incuriosire ed interrogare dalla bellezza della vita della Chiesa.
Grazie a tutti coloro che in vario modo hanno partecipato e collaborato a questa festa, anche offrendo le loro sofferenze.
Grazie a Dio per tutto ciò che faremo ancora, insieme, con il Suo aiuto, entusiasti collaboratori dello Spirito Santo, in comunione con il nostro Cardinale, per la gloria di Dio e la salvezza di tutti.
La Beata Vergine Maria, Regina di Genova e della Guardia ci benedica tutti!

Mons. Nicolò Anselmi

 

GUARDA IL VIDEO CON IL DISCORSO INTEGRALE DI MONS. ANSELMI AL TERMINE DELL'ORDINAZIONE EPISCOPALE