Giubilei Vicariali: in 1300 dai Vicariati di San Martino, S. Olcese e Campomorone – GUARDA IL VIDEO – GUARDA LA FOTOGALLERY

Ben tre i Vicariati della nostra Diocesi che lo scorso 17 aprile hanno compiuto il pellegrinaggio alla Porta Santa della Cattedrale: accompagnati dai loro sacerdoti hanno vissuto il loro giubileo circa 1300 fedeli dei Vicariati di San Martino-Valle Sturla, S. Olcese-Serra Riccò e Campomorone.
Nell’omelia il Cardinale Bagnasco ha sottolineato che attraversare la Porta Santa significa fare un’esperienza più intensa, più bella, più efficace dell’amore di Dio.
La celebrazione dell’eucaristia poi è il momento in cui attorno all’unico altare la Chiesa si manifesta nel modo più bello ed evidente. “Tutte le nostre attività pastorali – ha detto l’Arcivescovo – se non nascono dall’altare e non tornano all’altare sono sterili. Magari costano sforzi ed energie da parte di tutti, ma se non nascono e non tornano all’’Eucaristia, che è veramente il centro pulsante della Chiesa, a nulla serve lo sforzo”. E se il cuore pulsante si ferma, il corpo muore. Laddove l’Eucaristia vien meno nella devozione, nella preghiera, nella partecipazione del popolo di Dio, il corpo, che è la Chiesa, si indebolisce.
“Come vorrei – ha concluso – che tutti voi nelle vostre comunità viveste questa convinzione di fede: fissate lo sguardo della fede nel cuore della Chiesa e lì scoprirete il volto raggiante del risorto sotto il velo della divina Eucaristia”. GUARDA LA FOTOGALLERY

Guarda il video