Domenica 8 febbraio in San Lorenzo alle ore 15.30 l’ordinazione episcopale di Mons. Nicolò Anselmi

Domenica 8 febbraio in San Lorenzo alle ore 15.30 l'ordinazione episcopale di Mons. Nicolò Anselmi 

“Un dono natalizio” ha definito il Card. Bagnasco la nomina di Mons. Nicolò Anselmi a Vescovo Ausiliare della nostra Diocesi. Gratitudine al Signore e al Santo Padre e una profonda gioia sono stati i primi sentimenti espressi dall’Arcivescovo. Sono anche la gratitudine e la gioia della comunità diocesana, arricchita dall’episcopato donato ad un altro dei suoi figli. Papa Francesco ha infatti accolto la richiesta del Cardinale Bagnasco di avere “un ulteriore aiuto attraverso un Vescovo Ausiliare” per il suo servizio pastorale alla Chiesa genovese. Genova annovera così Nicolò Anselmi all’elenco di coloro che sono stati elevati alla pienezza del sacerdozio e che in diversi modi sono oggi al servizio del Signore e della Chiesa: Angelo Bagnasco, Domenico Calcagno, Mauro Piacenza, Giacomo Barabino, Martino Canessa, Agostino Delfino, Alberto Tanasini, Sergio Pagano, Francesco Moraglia, Luigi Palletti, Guido Gallese, Ettore Balestrero, Nicolas Thevenin. Quattordici doni per la Chiesa che è in Genova e per la Chiesa universale, chiamati dal Signore a continuare la missione degli Apostoli. Se, come ha detto il Cardinale, dobbiamo ritenerci “talmente poveri da non avere nulla da offrire se non la nostra povertà” al Bambino Gesù, il dono dell’episcopato che la Chiesa genovese ancora una volta riceve, è così grande e bello da infondere nuova fiducia e tanta consolazione nell’impegnativo cammino ecclesiale.

La Diocesi genovese sa essere fedele ed obbediente: quindi credibile e sicuro riferimento sia per i credenti che per i non credenti. Forte è pure lo spirito di comunione che unisce laici e presbiteri ed altrettanto grandi sono la stima e l’affetto che legano il popolo di Dio ai Vescovi che da esso sono stati eletti per esserne Pastori.
Su questa linea si colloca anche la nomina di Mons. Nicolò Anselmi, il quale – ha detto Il Card. Bagnasco – “avrà il compito anche di Vicario Generale insieme a Mons. Marco Doldi, che sempre ha svolto il suo impegnativo servizio con riconosciuta capacità, sacerdotale dedizione e prontezza”. “Entrambi saranno Vicari Generali per il Clero: Mons. Anselmi avrà inoltre competenza specifica per la Pastorale Giovanile e Mons. Doldi quella per la Pastorale della Diocesi”. 
Dalla loro amicizia, dalla loro ‘giovinezza’ e dai loro carismi trarranno beneficio tutti i fedeli laici. Infatti – sono sempre le parole di Angelo Bagnasco – “la vita della nostra Diocesi sarà ancora meglio curata e servita, in vista di quell’uscire al largo che risponde al mandato di Gesù, e che il Santo Padre tanto raccomanda nell’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium”. 
In particolare il nuovo Vescovo continuerà ad essere un punto di riferimento straordinario per il mondo giovanile, al quale lo ha sempre legato una particolare affinità, cementata dalla sua esperienza come responsabile del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile presso la Segreteria Generale della Conferenza Episcopale Italiana.
Il volto e il cuore giovane di Mons. Anselmi sapranno valorizzare il volto giovane della Chiesa genovese e quindi contribuire al suo futuro.

Silvio Grilli