Domenica 7 novembre 2021 il nuovo Vescovo Mons. Guido Marini ha fatto il suo ingresso nella Diocesi di Tortona

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Domenica 7 novembre Mons. Guido Marini ha preso possesso della Diocesi di Tortona. Al suo ingresso è stato accolto sulla porta della Cattedrale di Tortona, intitolata a S. Maria Assunta e a S. Lorenzo. Tra la folla dei  fedeli erano presenti le Autorità civili e militari. Questo è stato il saluto del Sindaco: “Saluto con deferenza Sua Eminenza il Cardinal Angelo Bagnasco, Arcivescovo emerito di Genova; Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Marco Tasca, Arcivescovo di Genova. Rivedo con piacere e saluto Sua Eccellenza, Mons. Martino Canessa, indimenticabile nostro Vescovo emerito; Sua Eccellenza, Mons. Vittorio Francesco Viola, nostro stimatissimo Vescovo emerito. A nome della Città di Tortona ed in rappresentanza di tutte le Comunità e le Autorità pubbliche della Diocesi, porgo il benvenuto ufficiale a Lei, Eccellenza Mons. Guido Marini, e la accolgo come nuovo Vescovo, davanti alla Cattedrale, centro della vita ecclesiale, nella piazza che per tutti i Tortonesi è il centro della Città”. Ha proseguito poi ricordando la grande tradizione cristiana di Tortona, da S. Marziano a San Luigi Orione. Quindi, dopo aver presentato la città e il territorio tortonese e non da ultime, anche le difficoltà attraversate nel periodo della pandemia, ha ribadito: “Oggi siamo tutti qui ‘per’ Lei, ma da oggi vogliamo essere, anche e soprattutto ‘con’ Lei, per lavorare al bene delle nostre Comunità con rispetto e amicizia, garantendo ogni possibile collaborazione e disponibilità – ed ha concluso, riferendosi alla piazza sulla quale si affaccia la Cattedrale: “E’ noto che la finestra dello studio del Vescovo guarda proprio qui, su questa realtà. Eccellenza, Ella era abituato a ben altra finestra…ma noi siamo sicuri che, quale che sia la finestra dalla quale proviene, non ci mancherà uno sguardo benevolo! Grazie, Vescovo Guido! Benvenuto a Tortona! Benvenuto tra noi!”.

Come è a tutti noto, infatti, Mons. Marini è stato dal 2007 a Rome come Maestro delle Celebrazioni, prima con Papa Benedetto XVI e poi con Papa Francesco. Ma come tutti sanno Mons. Marini è nato a Genova, ed è cresciuto vicino alla chiesa della Santissima Concezione, detta di Padre Santo, dove ha ricevuto i Sacramenti. Fu ordinato da Mons. Giovanni Canestri nel 1989 e nella città di Genova ha svolto diversi incarichi: da Cerimoniere in Cattedrale, a Direttore spirituale in Seminario, Docente all’Istituto Superiore di Scienze religiose, Direttore dell’ufficio educazione e scuola, con particolare riguardo per gli insegnanti di religione, Prefetto della Cattedrale. Infine, l’annuncio nello scorso agosto che lo designava successore degli Apostoli sulla Cattedra di Tortona.

La celebrazione eucaristica è stata concelebrata da numerosi Vescovi in particolare i Vescovi della regione ecclesiastica ligure. Tra loro Mons. Nicolò Anselmi, Vescovo Ausiliare di Genova. Hanno concelebrato di molti sacerdoti delle parrocchie di Tortona e alla presenza, in chiesa, di 200 fedeli (in base alle nome di sicurezza anti covid).

Al termine della celebrazione Mons. Marini si è così rivolto ai fedeli e ai concelebranti:
“Lo scorso 17 ottobre, durante l’omelia dell’Ordinazione episcopalecome  Chiedo al Signore che mi aiuti a vivere queste quattro vicinanze come Lui desidera. Questa sera la vicinanza trova un’espressione nel ringraziamento: a Dio che mi ha inviato per il tramite del Santo Padre a questa Diocesi e a questa Chiesa. Sposa, vi assicuro, da me già tanto amata e che spero di amare ogni giorno di più, che è l’onore della mia vita, sarà l’onore di ogni mia giornata, che sono onorato di presiedere e servire. Questa Chiesa che è la gioia , la grande gioia del mio cuore di pastore. Rendo grazie a Dio per questo. Ringrazio i confratelli Vescovi che sono qui presenti, Vescovi liguri, i Vescovi emeriti, i Vescovi confinanti con la nostra Diocesi e anche altri Vescovi che hanno voluto partecipare a questa celebrazione di ingresso. Il legame con loro non è soltanto un legame di affetto, di amicizia, di stima, ma è un legame più profondo che trova il suo fondamento nel sacramento dell’ordine episcopale. Ringrazio e li abbraccio uno ad uno. La loro presenza qui è di grande consolazione e sostegno nel ministero che vado a iniziare. Permettetemi qualche ringraziamento più particolare. Innanzitutto a Mons. Viola che da quando sono stato nominato dal Santo Padre il 29 agosto, mi è stato vicino con sentimenti davvero belli, profondi, di paternità, di fraternità, di amicizia, fino ad oggi. Ringrazio Sua Eccellenza Mons. Tasca, metropolita della Conferenza Episcopale Ligure e fino a pochi mesi fa mio Arcivescovo, mio amato arcivescovo. Ringrazio perché con tanta bontà e anche con la cordialità che lo contraddistingue, mi ha accompagnato nei momenti salienti, soprattutto in questi ultimi mesi. Ringrazio sua eccellenza Mons. Canessa che come sapete è come me genovese, e che ho l’onore di seguire su questa Cattedra di San Marziano. In questi mesi nei suoi occhi ho visto sempre tante benevolenza, tanta paternità, tanta bontà. Ringrazio poi sua eminenza il Card. Bagnasco. Eminenza le parole sono superflue per lei. Basta quello che c’è nel cuore, io lo so di lei, lei lo sa di me e gli occhi che si incontrano parlano. Ringrazio i sacerdoti. Voi siete i collaboratori e amici cari del Vescovo, così vi guardo e così vi abbraccio”

Mons. marini non ha dimenticato di salutare e ringraziare il parroco greco – cattolico di Pavia e il parroco ortodosso- rumeno di Tortona presenti alla celebrazione. Quindi tutte le realtà ecclesiali, dai parroci, ai religiosi e religiose, fino ai ministranti, la corale, i membri della curia, i fedeli e le Autorià civili, militari, amministrative tortonesi. Ed ha così concluso:  ” Vuol essere un abbraccio a tutti e singolarmente. Pregate perché io possa essere nel segno del pastore buono che è Gesù”.  Al termine Mons. Guido Marini a benedetto tutti i presenti.

Mariangela Grilli

 

In allegato il testo integrale dell’omelia pronunciata da Mons. Marini.

 

Alcune foto della celebrazione

 

La S. Messa è stata trasmessa in diretta streaming. Il video è qui disponibile: