Domenica 13 marzo Giornata della Solidarietà; colletta in diocesi a favore dei centri di ascolto – Monastero di via Bozzano luogo giubilare per un giorno

Domenica 13 Marzo la Diocesi di Genova celebra la Giornata della Solidarietà. Al centro del numero 8 de Il Cittadino, trovate il manifesto da affiggere nelle bacheche parrocchiali degli avvisi. In ogni parrocchia, infatti, la colletta delle S. Messe sarà devoluta in favore dei Centri di Ascolto della Diocesi per aiutare le famiglie e le persone in difficoltà. 

E a questo proposito, è di prossima pubblicazione – all’interno del numero di Caritas Notizie – il Report 2015 che restituisce il quadro delle povertà rilevate e delle risposte offerte proprio dai Centri di Ascolto.Come si sa, in questo Anno Santo la Giornata della Solidarietà sarà caratterizzata anche dall’evento “Monastero Porta Santa”, che dalle ore 18.00 di Sabato 12 Marzo e per 24 ore vedrà il Monastero dei SS. Giacomo e Filippo, in Via Bozzano 12, diventare Luogo Giubilare, per volontà del Card. Angelo Bagnasco.
Sarà proprio l’Arcivescovo ad aprire questa Porta Santa (alle ore 18.00 di Sabato 12) e a celebrare la S. Messa conseguente, mentre ai Vespri di chiusura (alle ore 17.00 di Domenica 13) interverrà Mons. Marco Doldi, Vicario della Diocesi. Dal 1983, su impulso di don Piero Tubino (a cui, proprio in questa giornata, sarà dedicata una targa all’ingresso della Cappella), il Monastero è luogo in cui la Diocesi, attraverso la Fondazione Auxilium, vive un rapporto profondo con la povertà, in particolare le persone senza dimora. 

Qui dunque è bello e significativo poter condividere un giorno del tutto speciale per la storia del Monastero e all’interno del Giubileo, in cui porre al centro, una volta di più, quanti solitamente si trovano ai margini, insieme a tutti coloro che già vivono o vogliono vivere la relazione con questi fratelli e sorelle, in Auxilium e Caritas ma anche all’interno di altre realtà. “Si tratta infatti di vivere il Monastero luogo della Diocesi – ricordano mons. Marino Poggi, direttore di Caritas Diocesana e Luigi Borgiani, direttore di Auxilium –. I servizi che qui sono nati hanno una appartenenza e una dimensione diocesana e il Monastero vuole essere occasione di incontro, dialogo e cooperazione tra le diverse espressioni di carità presenti in Diocesi. 
In questo senso stiamo compiendo proprio in questi mercoledì di Quaresima un percorso di comunione insieme alle principali realtà di carità che sicuramente arricchisce il nostro cammino e ci aiuta a considerarci parte di una medesima comunità di fede e di opere”.  Dal programma delle 24 ore, che sarà costantemente aggiornato sui siti www.fondazioneauxilium.it e www.caritasgenova.it, si segnalano almeno l’incontro di preghiera guidato dal Movimento Contemplativo Missionario P. De Foucauld (Sabato 12 – ore 21.00), l’Adorazione continua (dalle ore 23.00 di Sabato 12 alle ore 17.00 di Domenica 13), la possibilità di confessarsi, la presenza di volontari che guideranno alla visita dei vari spazi del Monastero, gli incontri per approfondire insieme la riflessione sulle opere di misericordia più strettamente legate al servizio verso la povertà estrema, l’eventualità di cenare e pranzare alla mensa per le persone senza dimora e di ricevere tutte le informazioni utili per impegnarsi a loro favore.