Seguici su   
ora sei in:
 Notizie » 2016 » Giugno » I Vicariati di Quarto e Quinto-Nervi alla Porta Santa 
Mercoledì 1 Giugno 2016
I Vicariati di Quarto e Quinto-Nervi alla Porta Santa   versione testuale







I Vicariati di Quarto e Quinto-Nervi hanno celebrato il giubileo nell’Anno della Misericordia la scorsa domenica 29 maggio con il pellegrinaggio alla Porta Santa di San Lorenzo. Molti i fedeli che, nonostante la giornata di pioggia, hanno compiuto ugualmente questo rito accompagnati dai propri sacerdoti. Un gruppo di persone - ha raccontatao don Corrado Franzoia, parroco di San Pietro a Quinto, ha effettuato il pellegrinaggio in Cattedrale a piedi. “Siamo partiti dalla Chiesa di Sant’Erasmo per raggiungere San Lorenzo a piedi. Via via che ci avvicinavamo alla meta si aggiungevano al gruppo anche i fedeli di altre parrocchie. Abbiamo effettuato la prima tappa all’Ospedale Gaslini: è stata una sosta doverosa in questo anno giubilare della Misericordia; per la seconda tappa invece ci siamo fermati all’Istituto Champagnat, dove alcuni mesi fa abbiamo celebrato la festa zonale delle famiglie con l’Arcivescovo” Nell’omelia della S. Messa il Cardinale ha voluto ringraziare i sacerdoti per aver accompagnato i parrocchiani e per la loro presenza costante nelle comunità. “La Bibbia ricorda che la misericordia è l’amore perenne di Dio per l’uomo” - ha detto il Cardinale. “Questo deve consituire un conforto, perchè l’uomo sa di essere sempre amato da Dio, a prescindere da tutto”. Ma dall’Arcivescovo è arrivato anche l’invito affinchè il concetto di misericordia diventi concreto, per i cristiani, e non rimanga un vago sentimentalismo. Terminata la celebrazione della S. Messa, tutti i fedeli hanno potuto salutare personalmente l’Arcivescovo che si è soffermato fra le navate per incontrarli: i giovani, i bambini con i genitori, i numerosi anziani che non hanno voluto mancare a questo prezioso appuntamento. 
Su Il Cittadino N. 21 resoconto del pellegrinaggio giubilare con molte foto.
Chi desidera visionare le foto, può mettersi in contatto con la redazione de Il Cittadino: tel. 010.5704389

Guarda il video