Seguici su   
ora sei in:
 Arcivescovo » Arcivescovo » Lettere Pastorali » Camminare nelle vie dello Spirito. Alle sorgenti della Vita Spirituale 
Camminare nelle vie dello Spirito. Alle sorgenti della Vita Spirituale   versione testuale





e dal Signore Gesù Cristo" (1 Cor 1,3)

 
1. Con le parole dell'Apostolo Paolo mi rivolgo a voi, cari fratelli e sorelle nel Signore. Voi siete la mia famiglia, la Chiesa Particolare che il Signore ha affidato alle mie cure pastorali. Da quando il Santo Padre mi ha nominato Arcivescovo di Genova, ho sentito rinnovarsi quell'affetto - dono dall'Alto prima che decisione del cuore - che esprime la paternità spirituale di ogni Pastore verso il suo popolo. In verità, il mio amore per Genova ha radici nella mia infanzia e nasce nel centro storico della nostra Città, dove ho vissuto con la mia famiglia. Si è poi alimentato ed è cresciuto nel tempo della formazione in Seminario con l'aiuto di tanti Sacerdoti; si è sviluppato nei trentadue anni di ministero là dove - in parrocchia e altrove - i miei Arcivescovi mi hanno inviato dandomi fiducia. A Genova non immaginavo più di tornare; la Provvidenza ha disposto diversamente, e dopo dieci anni sono tornato con tremore e gioia. Ma anche con fiducia nella bontà e nella benevolenza di tutti.
A tutti sono profondamente grato, a cominciare dai miei confratelli. Ho iniziato a scrivervi parlando della preghiera (2007), poi della divina Eucaristia (2008) e infine di Eucaristia e famiglia (2009). Sulla famiglia abbiamo riflettuto nei vari Consigli e nei Vicariati arrivando ad un aggiornamento circa la preparazione al matrimonio. Le precedenti Lettere erano ispirate dalle parole che il Santo Padre aveva indirizzato ai Vescovi Liguri a conclusione della Visita ad Limina, l'incontro che ogni Vescovo fa periodicamente al Successore di Pietro. Egli infatti diceva: "La fiaccola della fede, che avete ricevuto nel battesimo, va tenuta ben accesa con la preghiera e con la pratica dei sacramenti"1. Ora ci troviamo nel cuore di un evento particolare che coinvolge tutta la Chiesa, "l'Anno Sacerdotale" che 1 Benedetto XVI, Lettera ai Vescovi liguri in Visita ad Limina, 31 gennaio 2007 4 il Papa ha indetto in occasione del 150° anniversario della morte di san Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato d'Ars (1786-1859).
Esso interpella innanzitutto noi, ministri ordinati, ma anche i fedeli laici che nel Battesimo hanno ricevuto quel sacerdozio battesimale che li abilita ad offrire se stessi e la propria vita come "culto spirituale" gradito a Dio2. In questo orizzonte, mi è parso che una riflessione sulla "vita spirituale" fosse non solo una certa continuazione, ma anche un modo per entrare insieme in questo particolare Anno: un modo che, al di là delle specifiche differenze che affronteremo in altre forme, riguarda tutti - sacerdoti, consacrati e laici - perché tutti chiamati alla santità in quanto discepoli di Gesù.
[...]
Angelo Card. Bagnasco
 
 
Scarica il testo integrale