Seguici su   
Presentazione   versione testuale






Il biennio 2013/2015 è incentrato a livellio diocesano sul tema del matrimonio e della famiglia.
Si tratta di un'attuazione degli Orientamenti pastorali della Chiesa italiana per il decennio in corso. In continuità con l'Anno diocesano degli adolescenti (2011 - 2012), la Diocesi di Genova desidera ascoltare, dialogare e sostenere la famiglia, nella luce del Vangelo, dell'insegnamento della Chiesa, e della ragione.
L'iniziativa, pensata dagli Organismi diocesani di partecipazione (Consigli Presbiterale, dei Vicari foranei, Pastorale Diocesano, Consulta delle Aggregazioni Laicali), è stata sviluppata dalla Commissione per il Decennio, istituita dal Cardinale Angelo Bagnasco nel 2010 e guidata da Mons. Marco Doldi, Vicario Generale.
 
Il Cardinale Arcivescovo ha seguito la preparazione alla grande convocazione diocesana delle famiglie che si è svolta al Palasport il 4 maggio 2014, con la partecipazione di circa 7.000 persone. 
 
Le parrocchie sono invitate a continuare a lavorare sul sussidio “La Famiglia dono e speranza del mondo”, uno strumento pastorale costituito da 24 schede per l'approfondimento del matrimonio e della famiglia. I temi sono la realtà della coppia nella sua dimensione naturale e sacramentale, le molteplici relazioni all'interno della famiglia, la sua presenza nella Chiesa e nella società, le sfide che deve affrontare.
 
L'anno pastorale 2014-2015 proseguirà l'impegno a favore della famiglia.
Se nello scorso si è pregato, studiato e riflettuto, ora si deve anche giungere ad iniziative concrete. Il biennio dovrebbe lasciare un segno nella pastorale ordinaria, offrendo una risposta concreta ed articolata ad alcune sfide che tutti ci troviamo ad affrontare. Se ci riusciremo, i sacerdoti e gli operatori pastorali avranno per l'avvenire luoghi ed iniziative, cui indirizzare le persone che lo desiderano.
Anche attraverso quest'anno la Chiesa diocesana intende restare nel grande solco del Decennio dedicato all'impegno educativo e, nello stesso tempo, sintonizzarsi con il cammino della Chiesa universale, che nel mese di ottobre vivrà la prima parte del Sinodo dedicato alla famiglia.