Seguici su   
News   versione testuale






CONTROLLO MODELLO 730 PRECOMPILATO SPESE MEDICHE RIMBORSATE DA ASSICATTOLICA
Si ricorda anche quest'anno che, gli Enti, le Casse aventi esclusivamente fine assistenziale, debbono trasmettere all'Agenzia delle Entrate, per tutti i soggetti assistiti, una comunicazione contenente:
- i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate per effetto dei contributi ricevuti ex artt. 51, comma 2, lett. a), e 10, comma 1, lett. e-ter), del t.u.i.r.;
- i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate che, comunque, non sono rimaste a carico del contribuente ai sensi degli artt. 10, comma 1, lett. b), e 15, comma 1, lett. c), del t.u.i.r..
A tal proposito è opportuno evidenziare che le spese mediche rimborsate da Assicattolica non sono deducibili o detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.
L'Istituto Centrale in qualità di sostituto d'imposta ha riportato nel modello CU 2017 redditi 2016, rilasciato ai sacerdoti, la seguente annotazione:
AU - Contributi per assistenza sanitaria versati ad enti o casse aventi fini esclusivamente assistenziali (campo 441) - Le spese sanitarie rimborsate per effetto di tali contributi non sono deducibili o detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.
Nel caso in cui il sacerdote dovesse avvalersi del modello 730 precompilato, dovrà avere cura di verificare le eventuali spese mediche rimborsate da Assicattolica e riportate in automatico nel quadro D e nel quadro F del modello 730 dall'Agenzia delle Entrate.
 
CESSAZIONE INVIO DOCUMENTI CARTACEI DA PARTE DELL'ISTITUTO CENTRALE
Nell'ottica di un maggiore contenimento dei costi di gestione, a partire dal mese di GIUGNO 2016, l'Istituto Centrale non invierà più ai Sacerdoti i documenti in formato cartaceo (prospetto mensile e Certificazione Unica), poiché questi potranno essere visualizzati e stampati nelle apposite sezioni del Portale https://sacerdoti.icsc.it "Servizi al Sacerdote".
Tale invio cesserà automaticamente, sempre che, per seri motivi, non si voglia continuare a ricevere in tale forma sia i prospetti di calcolo mensili che le Certificazioni Fiscali (CU). In tal caso, il Sacerdote, potrà effettuare tale scelta autonomamente sul sito, oppure rivolgendosi all'Istituto Diocesano di riferimento, che avrà ancora a disposizione la possibilità di stampare tali documenti e consegnarli o spedirli al Sacerdote o di registrare, su sua richiesta, la scelta di continuare a usufruire dell'invio in formato cartaceo.
 
ASSISTENZA FISCALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DENUNCIA DEI REDDITI RELATIVA ALL'ANNO 2018
I sacerdoti che intendono avvalersi dell'assistenza fiscale da parte dell'Istituto Centrale, dovranno presentare apposita richiesta scritta (utilizzando il MODELLO 730-6 scaricabile nella sezione "documenti e moduli da scaricare") entro e non oltre il 16 Febbraio 2019.
L'Istituto Centrale non richiederà la prenotazione per quei Sacerdoti che l'anno scorso si sono già avvalsi del servizio.
 
PORTALE SACERDOTE
Attraverso il "Portale del Sacerdote", è possibile beneficiare di alcuni importanti servizi messi a disposizione dall'Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero e/o dal proprio Istituto Diocesano.
Per poter accedere alla sezione personale del portale, occorre effettuare preventivamente la registrazione al sito https://sacerdoti.icsc.it per ricevere le credenziali di accesso. Ricordiamo che il "codice matricola" e il "codice abilitazione", richiesti in fase di registrazione, possono essere reperiti nei riepiloghi spediti direttamente dall'Istituto Centrale nei mesi di Aprile e Maggio 2016. Nella sezione "documenti e moduli da scaricare", in alto a destra di questa pagina, è possibile visualizzare e/o stampare la "GUIDA ALL'USO DEL PORTALE".
 
CONVENZIONI ACLI
Dal 1 Gennaio 2014 è stata stipulata una convenzione tra l'Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero e il CAF ACLI.
I Sacerdoti che si rivolgeranno alle sedi ACLI, potranno usufruire dell'assistenza fiscale gratuita per la redazione del modello 730 e l'eventuale calcolo dell'imposta IMU.
Il CAF ACLI raccoglierà inoltre, tutte le schede per la scelta dell'8X1000 e del 5X1000 che gli verranno consegnate dai Sacerdoti che non hanno l'obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi, curandone poi la trasmissione ed il regolare invio all'Amministrazione Finanziaria dello Stato.