Seguici su   
ora sei in:
 Vivere la Chiesa » Servizi diocesani » La Famiglia dono e speranza per il mondo » Comunicazioni » Il cammino prosegue: programma pastorale 2014 - 2015  
Il cammino prosegue: programma pastorale 2014 - 2015    versione testuale






 In una recente lettera ai Vicari Foranei, Mons. Marco Doldi, Vicario Generale e Presidente della Commissione Diocesana per il Decennio Educativo, ha illustrato le linee di massima del programma pastorale dell’Arcidiocesi per l’anno pastorale 2014-2015 che avrà inizio dopo il periodo estivo, ma del quale è opportuno averne conoscenza già fin d’ora.
 
Al centro dell’impegno diocesano vi sarà ancora la famiglia.
 
“Se nello scorso si è pregato, studiato e riflettuto, ora – scrive nella lettera Mons. Doldi - si deve anche giungere ad iniziative concrete…offrendo una risposta concreta ed articolata ad alcune sfide che tutti ci troviamo ad affrontare”.
 
 
Quali sono le sfide da affrontare? Il Vicario Generale le enumera:
 
1) educazione affettiva dei bambini e degli adolescenti;
2) preparazione al meglio dei fidanzati al matrimonio;
3) sostegno all’amore della coppia nella crisi;
4) crescita dell’impegno sociale della famiglia;
5) sostegno alle persone separate;
6) aiuto alle famiglie in difficoltà economiche.
 
Di fronte ad esse viene indicato un triplice impegno.
 
Primo impegno: “continuare nei gruppi parrocchiali, nelle scuole di Vicariato, nei movimenti e nelle associazioni la catechesi con le schede” che erano state stampate lo scorso anno e che ancora sono nella disponibilità di quanti le avevamo richieste. In riferimento alle sfide di cui sopra, viene suggerito di sceglierne tra le seguenti:
 
1) scheda n. 3; 6; 14; 16
2) schede n. 4; 5; 6
3) schede n. 2; 13; 24
4) schede n. 10; 11; 12; 13
5) schede n. 5; 18
5) schede n. 11; 12; 21
 
Altri testi potranno essere utilizzati allo scopo: la “Familiaris Consortio”; l’Omelia del Cardinale Arcivescovo alla Convocazione delle Famiglie del 4 maggio 2014, e il Messaggio delle Famiglie alla Società, composto in occasione della Convocazione.
 
Secondo impegno: “davanti a queste sfide – scrive Mons. Doldi ai Vicari - non c’è il deserto. Esistono iniziative belle e significative” da far conoscere, valutare, rinnovare ed arricchire proponendone di nuove. Viene consigliato di inviare quanto raccolto sull’esistente e le eventuali proposte alla Commissione diocesana per il Decennio (convocazionefamiglie@diocesi.genova.it), che, “insieme all’Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia, valuterà ed organizzerà il materiale”.
 
Terzo impegno: il biennio pastorale della famiglia si concluderà nel 2015 non con una Convocazione diocesana come quella al Palasport del 4 maggio scorso ma nelle diverse Zone della Diocesi che riuniscono più Vicariati. “L’importante indicazione – fa osservare il Vicario Generale nella sua lettera - costituirà una sorta di Convocazione delle Famiglie a misura locale, cui parteciperà il Cardinale Arcivescovo. La Commissione per il Decennio proporrà un programma di massima, lasciando ai Vicariati la sua concretizzazione. Ai Vicari si chiede di accordarsi per stabilire le date e di iniziare la necessaria collaborazione. Inoltre, tenendo conto del materiale raccolto finora, la Commissione diocesana per il Decennio preparerà la Carta educativa della Famiglia, analoga a quella degli adolescenti, che verrà consegnata alla conclusione nelle Zone”.
 
Nel numero 28 de Il Cittadino, ultimo prima della pausa estiva, viene illustrato nelle pagine centrali, a mo’ di manifesto, il programma del nuovo anno pastorale. Suggeriamo ai parroci di affiggerlo nelle sedi che riterranno opportune perché, esposto permanentemente all’attenzione dei fedeli, possa essere strumento per inquadrare, ricordare e mettere il pratica il cammino della Chiesa diocesana. Essa – conclude il Vicario nella sua lettera - “intende quindi restare nel grande solco del Decennio dedicato all’impegno educativo e, nello stesso tempo, sintonizzarsi con il cammino della Chiesa universale, che nel mese di ottobre vivrà la prima parte del Sinodo dedicato alla famiglia”
 
Leggi la lettera del Vicario Generale
Scarica il manifesto