Seguici su   
ora sei in:
 Curia » Uffici di Curia » Catechistico » I nostri Sussidi » Avvento » Avvento 2016: E tu... Gli farai posto? 
Avvento 2016: #E tu... Gli farai posto?   versione testuale
Sussidio per il percorso catechistico






L’accoglienza è un tema veramente di grande attualità per le vicende storiche che stiamo vivendo, ma anche per una quotidianità dove la chiusura, l’egoismo e l’individualismo sono sempre più diffusi come stile di vita che contagia tutti inevitabilmente. Le vicende di non-accoglienza vedono protagonisti bimbi mai nati, famiglie ferite, anziani soli e spesso maltrattati, bambini violati da una società che li vede come beni di consumo, migranti e altri ancora : storie di vita e di sofferenza spesso non così diverse da quella di Gesù, sempre l’ultimo nella catena degli esclusi, per il quale “non c’era posto nell’alloggio”. Allora è urgente che anche a catechismo si possa passare il messaggio di Gesù che invita ad accogliere sempre tutti, e per ottenere ciò molto utile si rivela questo sussidio, in cui leggeremo le testimonianze di vari personaggi che hanno accolto Gesù o preparato profeticamente la via per accoglierlo.
 
MODALITA’ DI PRENOTAZIONE
Occorre prenotarne il numero di copie compilando l’apposito modulo da inviare via mail a catechistico@diocesi.genova.it o via fax al numero 010/2700.236, specificando numero di copie, Parrocchia, persona di riferimento con relativo numero di telefono.
Su prenotazione, è disponibile anche il poster formato 70x100 fino a esaurimento copie. Ogni kit comprende una guida per catechisti.
Si accettano prenotazioni fino ad esaurimento copie.
 
Le copie - precedentemente prenotate - si potranno ritirare presentandosi direttamente all’ufficio catechistico (piazza Matteotti 4), da lunedì a venerdì in orario 9.00-12.00.
 
 
UNA PAGINA FACEBOOK PER I CATECHISTI PIÙ “TECNOLOGICI” 
Ogni settimana chi vorrà potrà postare foto o condividere pensieri inerenti alla parola-chiave.
Ad esempio, la prima settimana lo slogan è #accorgersi, quindi i ragazzi, con l’aiuto di catechisti e genitori, potranno postare foto fatte da loro su come hanno concretizzato questa parola-chiave.
È semplicemente un modo in più per invogliare i ragazzi a condividere e far circolare, anche via “social”, le cose positive che realizzano nel loro cammino di Avvento.
Chiaramente, se nelle foto compaiono persone, abbiate cura di chiedere loro il permesso di pubblicarle.
 
Come sempre si tratta di suggerimenti e spunti che ogni catechista può integrare, arricchire o adattare alla propria realtà e tradurre in gesti semplici di accoglienza.