Seguici su   
ora sei in:
2014: dal 23 al 25 maggio   versione testuale
 
Dal 23 a 25 maggio 2014 l'Ufficio Catechistico Diocesano propone ai cresimandi/cresimati dell'anno un pellegrinaggio a Roma sulle orme dei testimoni di fede.
Sì! Un pellegrinaggio e non un viaggio perché si tratta di un cammino di penitenza verso un luogo sacro: Roma.
Roma, la città eterna, rappresenta il centro, il cuore di tutta la cristianità, è il luogo dove risiede il Papa, il successore di Pietro, colui al quale Gesù ha detto: 'Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa' (cf. Mt 16,18) e l'attuale Papa è sicuramente caro a molti di noi.
Roma è simbolo di cattolicità, quindi lì più che altrove è facile respirare aria di universalità, di apertura verso tutti gli uomini, dove è facile incontrare pellegrini provenienti dalle terre più lontane.
I ragazzi visiteranno la Basilica di San Pietro e potranno professare la propria fede sopra la tomba dell'Apostolo Pietro, vi assicuro che sarà un'emozione fortissima!
Scenderanno nelle catacombe, il luogo dove i primi cristiani si ritrovavano per sfuggire alle persecuzioni, per celebrare l'Eucaristia e dove venivano sepolti i defunti. All'interno è possibile ammirare alcuni affreschi che raffigurano la vita dei primi martiri.
Il fine che si propone questo pellegrinaggio è anche quello di far vivere un'esperienza forte di fraternità tra ragazzi della stessa età che vogliono ricevere la Cresima, che camminano verso la conoscenza di Gesù, ma anche per rafforzare il legame costruito negli anni coi catechisti, sacerdoti e non da ultimo con il nostro Arcivescovo.
Fin qui ho parlato del perché partecipare, ma capisco che oggi è più difficile di qualche tempo fa, affrontare spese 'straordinarie' e forse non solo quelle...vorrei quindi suggerire alcune idee che possono essere utili per reperire fondi che permetteranno la partecipazione al pellegrinaggio a tutti coloro che lo desiderano.
 
1^ Proposta: siamo in prossimità del Natale e qualche regalino i ragazzi lo riceveranno da genitori, nonni, zii...così pure in occasione della Cresima riceveranno regali, perché allora non farsi regalare il pellegrinaggio a Roma? Vi assicuro ne vale la pena!
2^ Proposta: autofinanziamento, si possono organizzare in parrocchia vendite di torte in occasione della festa dell'Immacolata, del Battesimo di Gesù, della festa del papà o della mamma...con l'aiuto della comunità si possono fare dei mercatini dell'usato, si può organizzare una lotteria andando in giro dai negozianti del quartiere a chiedere se possono offrire merce da mettere come premi a favore della lotteria dei 'Cresimandi a Roma' si dovranno stampare i biglietti, ma tutti ormai in casa abbiamo computer e stampante per farlo e poi i ragazzi dovranno darsi da fare per venderli.
3^ Proposta: i ragazzi possono fare dei piccoli lavoretti, baby-sitter ai vicini con figli più piccoli o aiutarli nei compiti.
4^ Proposta: chiedere aiuto a tutta la comunità. Nella mia parrocchia i cresimandi vengono presentati alla comunità qualche settimana prima della celebrazione del Sacramento per chiedere le loro preghiere. Potete seguire l'esempio e in quella occasione si può presentare il pellegrinaggio e chiedere loro un piccolo aiuto finanziario, magari proprio la raccolta in occasione della questua di quella Messa, se il parroco è d'accordo. Si può anche farlo in occasione di una Messa qualsiasi i ragazzi presentano l'iniziativa e mettono in fondo alla chiesa una scatola con la scritta 'Adotta un cresimando a Roma' così che vuole può contribuire.
5^ Proposta: chi ha la possibilità si può offrire di pagare qualcosa in più della quota di partecipazione.....
 
  
Le iniziative possono essere adottate anche dalle parrocchie dove non ci sono difficoltà per le famiglie dei ragazzi, ma con il loro contributo i ragazzi dei quartieri più poveri della città potranno vivere questa bellissima esperienza di Chiesa. In questo caso i catechisti raccoglieranno i fondi che faranno avere al direttore dell'UCD che provvederà alla distribuzione a chi ne ha fatto richiesta.
 
Iscrizioni ENTRO IL 27 gennaio 2014 presso l'AGENZIA DIOCESANA LA VIA, Tel. 010/2543489