Seguici su   
ora sei in:
 Curia » Uffici di Curia » Migrantes » Presentazione 
Un solo popolo nuovo   versione testuale
Una mobilità da accogliere






ormai da tempo si percepisce il desiderio di fare le cose e di farle insieme. Credo che tutto il meraviglioso lavoro che è stato fatto in questi anni necessiti semplicemente di un coordinamento e di una presentazione maggiormente visibile ai fedeli italiani della nostra presenza.

Vanno presi i punti forti della nostra spiritualità e dei valori cristiani condivisi che ogni nostra comunità vive con maggiore forza rispetto alla comunità 

la presentazione della realtà va fatta nella sua complessità ma anche riducendo in sintesi i valori che ci siamo dichiarati e che possiamo fare rivivere alla nostra società tutta cristiana o altro.

la nostra prima preoccupazione di pastori (la Migrantes si occupa di pastorale) non deve farci dimenticare tutti gli altri settori che un ufficio diocesano come il nostro deve avere ed avere in modo professionale.

Dobbiamo dare risposte concrete

Dobbiamo essere presenti in ogni realtà diocesana dal consiglio pastorale, alla famiglia, alla liturgia, alla formazione.

Dobbiamo essere parte attiva della comunità civile perché non apparteniamo a  popoli di chiassosi ubriaconi.

Dobbiamo impegnarci a rendere visibile queste cose perché¿ a che vale la luce se si pone sotto il moggio? essa va posta in alto affinché faccia luce nella stanza¿.

Dobbiamo distinguere le diverse realtà e comunità senza allontanare nessuno ma dandoci un cammino preciso che segua il cammino della Chiesa ed in particolare della chiesa di Genova.